Hotel Guardia dei Mori Hotel tre stelle

Carloforte, Isola di San Pietro, Località Nassetta

1 2 3 4

Sardegna al sapore ligure

L'isola di San Pietro rappresenta un originalissimo connubio tra natura sarda e cultura ligure, dato che dialetto, cucina e tradizioni hanno mantenuta inalterata nel tempo l'impronta dei suoi primi abitanti. Una piccola comunità di Pegli che, nel 1542, lasciata la riviera ligure, attraversò il Mediterraneo per stanziarsi a Tabarka, al largo della costa tunisina. Scacciata dai mussulmani, venne spronata da Carlo Emanuele III di Savoia a colonizzare la deserta Accipitrum Insula, Isola dei Rapaci, sulle cui coste approdò poi nel lontano 1738.

L'eredità genovese è rintracciabile ovunque: il nome del paese, Carloforte, è dedicato Al Re di Sardegna, una statua in suo onore campeggia di fronte al porto, l'odore di focaccia diffuso nei carruggi, la traduzione delle foglie di basilico in pesto, l'abilità marittima dei suoi abitanti, persino la fruttuosa arte della pesca del tonno fu importata qui dagli antenati.

Il borgo del centro sembra addirittura rubato a un dipinto inizio secolo: palazzine ottocentesche in tinte pastello, palme, oleandri, balconcini in ferro battuto, scalinate tortuose che confluiscono nella banchina sul porto, costantemente affollata di pescherecci.